Il Gruppo IMED offre un servizio dedicato all’Ecocolor doppler venoso e arterioso presso le strutture Padova Medica (servizio convenzionato SSN) e al Centro Diagnostico Castellano (servizio non convenzionato).

  • Sedi abilitate

    Padova Medica IMED

    Servizio medico convenzionato SSN

    Convenzionato_Icona_2

    Centro Diagnostico Castellano

    Servizio medico in regime privatistico

    Privato

  • Descrizione prestazione

    Si tratta di un esame diagnostico non invasivo effettuato con un apparecchio, ecografo, che utilizza ultrasuoni, onde sonore ad alta frequenza non percepibili dall’orecchio umano, che subiscono deviazioni dalle varie strutture del corpo umano , che poi a loro volta vengono analizzate dalle apposite sonde ecografiche ed inviate all’unità centrale, tipo computer, che le elabora e permette agli esaminatori di valutare su dei monitor un’ immagine rappresentativa e diversa per ogni tipo di tessuto; ed è per questo motivo che gli esaminatori sono in grado (una volta acquisite le nozioni base) di poter capire quando ci si trovi di fronte a strutture considerate “ normali” o quando ci si trovi di fronte ad alterazioni “ anormali” o meglio patologiche. Con questo tipo di indagine “eco” possiamo poi approfondire l’indagine con il “color” o colore che permette di valutare meglio la direzione di flusso (rosso o blu: in avvicinamento rispetto alla sonda esaminatrice o in allontanamento da essa), permette di valutare le eventuali turbolenze , dovute ad alterazioni di decorso , per esempio: vasi angolati, o addirittura riduzioni di lume , come avviene quando sono presenti placche ateromasiche stenosanti.

  • Medici specialisti per questa prestazione

    Dott. Candelpergher Giovanni

    Medico Specialista in Cardiologia – Malattie dell’apparato cardiovascolare
  • Informazioni utili

    Al momento della prenotazione è fondamentale segnalare se l’interessato/a è: soggetto a claustrofobia; -portatore di pace-maker; -portatore di frammenti o schegge metalliche; -portatore di graffe o punti di sutura metallici; -portatore di valvole cardiache artificiali; -portatore di protesi del cristallino; -portatore di protesi cocleari; -in stato di gravidanza; -portatrice di spirale intrauterina. Al momento dell’esecuzione dell’esame è: necessario lasciare negli spogliatoi tutti gli oggetti metallici (occhiali, forcine per capelli, spille, gioielli, monete, chiavi, fibbie, cinture, bretelle, ganci. ecc.), nonché orologi e tessere magnetiche; consigliabile non avere lacca o gel nei capelli, né tanto meno trucco; necessario togliere lenti a contatto o protesi dentarie mobili prima di sottoporsi all’esame.